La caldaia perde acqua: cosa fare

La caldaia è un elemento di fondamentale importanza che garantisce il comfort domestico all’interno delle nostre abitazioni producendo acqua calda sanitaria e riscaldando degli ambienti. Tuttavia, nel corso del lungo ciclo di vita di una caldaia, possono verificarsi dei malfunzionamenti che generano perdite di acqua. Per evitare che questo accada è indispensabile effettuare una regolare manutenzione dell’impianto e, nel caso si verificassero perdite anomale, individuarne tempestivamente la causa richiedendo l’intervento di un professionista.

Cosa fare se la caldaia perde acqua

Cosa fare se la caldaia perde acqua

La perdita di acqua dalla caldaia è un fenomeno che può avere diverse cause. Innanzitutto, non appena si nota che la caldaia perde acqua è importante identificare la natura del problema, in modo da intervenire tempestivamente e ripristinare il corretto funzionamento del sistema di riscaldamento.

È opportuno verificare il livello della pressione della caldaia, in che punto si localizza la perdita e se la caldaia perde acqua da spenta o da accesa. In base a queste informazioni è possibile chiarire quale sia la causa del problema ed intervenire correttamente.

Inoltre, è importante esaminare l’entità della perdita d’acqua: ingenti perdite di acqua sono generalmente collegate alla valvola di sicurezza e non richiedono un intervento particolarmente difficoltoso. Al contrario, se la caldaia perde acqua lentamente e in quantità esigue, è opportuno verificare lo stato dei tubi, i raccordi ed eventualmente procedere alla loro sostituzione.

La caldaia perde: principali cause e componenti coinvolti

Le cause della perdita d’acqua della caldaia sono svariate e possono riguardare componenti diverse dell’impianto.

Va comunque sottolineato che la perdita di acqua è solitamente associata ad un aumento della pressione dell’acqua. Se la caldaia perde acqua dalla valvola di sicurezza, significa che la pressione rilevata all’interno dell’impianto è troppo elevata. Di conseguenza, l’acqua fuoriesce per impedire un ulteriore aumento della pressione della caldaia.

Inoltre, se la valvola di sicurezza della caldaia perde acqua, l’anomalia può presentarsi anche a impianto spento. Anche questo fenomeno è causato da un problema di pressione della caldaia che, in situazioni normali, dovrebbe essere compresa tra 1 e 2 bar. La valvola di sicurezza, infatti, ha il compito di impedire un aumento eccessivo della pressione oltre i 3 bar, facendo defluire l’acqua in eccesso.

Ci sono diverse cause che possono portare alla perdita di acqua dalla valvola di sicurezza, tra le quali:

Vaso di espansione scarico o rotto: in questo caso, la pressione rimane stabile quando la caldaia è spenta, ma, non appena si accendono i termosifoni, la pressione aumenta oltre i 2,5 bar;
Scambiatore secondario danneggiato: la valvola di sicurezza perde acqua ma la pressione aumenta eccessivamente;
Valvola di sicurezza rotta: alla perdita di acqua si associa un abbassamento della pressione. Infine, altri casi in cui la caldaia può perdere acqua sono;
Guarnizioni usurate: in questo caso si consiglia di richiedere l’intervento di un tecnico;
Tubazioni rotte e corrose: in particolare a causa di accumuli di calcare, oppure in caso di temperature troppo basse che ghiacciano l’acqua dell’impianto, causando la rottura delle tubazioni; anche in questo caso si consiglia di richiedere l’intervento di un tecnico.

Quando chiamare il tecnico

Per quanto la perdita di acqua della caldaia non rappresenti sempre un quadro particolarmente grave e problematico, nel caso in cui non si avessero le competenze richieste per individuare il problema e risolverlo, è indispensabile richiedere l’intervento di un tecnico .

Infatti, la perdita potrebbe celare complicazioni ben più gravi - e a cui non è possibile applicare il semplice sfiatamento dei termosifoni - che possono coinvolgere una grande varietà di componenti dell’impianto. Per esempio, nel caso di uno scambiatore o di una valvola danneggiata, è fortemente sconsigliato provvedere a metodi “fai da te”.

Quando chiamare il tecnico?

A questo proposito, non bisogna dimenticare che operare su impianti di regolazione termica e idraulici richiede un’esperienza sul campo tale da conoscere alla perfezione il funzionamento delle strumentazioni e dei vari elementi che li compongono, di modo da mantenere intatte le prestazioni degli impianti e ottimizzarne il rendimento.

Per questo motivo, in caso di interventi domestici di tipo idraulico, è fondamentale rivolgersi a un’azienda esperta nel settore, che provvederà a mobilitare tempestivamente il proprio personale competente, in modo da risolvere il problema nel minor tempo possibile.

Bosch, azienda leader nel settore della termotecnica, si impegna per garantire ai propri clienti la migliore assistenza tecnica, avvalendosi di una rete di professionisti in grado di soddisfare i bisogni e le esigenze dei propri clienti, garantendo interventi tempestivi in totale sicurezza.

Trova subito il Servizio Assistenza Bosch più vicino a te

Preventivo gratuito caldaia Bosch

Richiedi subito un preventivo gratuito per una caldaia Bosch

Vorresti installare una caldaia a marchio Bosch? Richiedi subito un preventivo gratuito e affidati ai nostri Professionisti per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze!

Richiedi un preventivo

Pompa di calore Bosch
Riscaldamento, climatizzazione e acqua calda sanitaria

Scopri tutte le soluzioni a marchio Bosch per la tua casa.

Prodotti