Come resttare la caldaia

Come resettare la caldaia

Rimanere senza riscaldamento o acqua calda è una situazione spiacevole che provoca grandi disagi, specialmente nei mesi invernali. Eppure talvolta può capitare che si verifichi un malfunzionamento se non addirittura un blocco della caldaia .

Esistono alcune semplici soluzioni che possono aiutare a risolvere queste problematiche e far nuovamente funzionare il sistema di riscaldamento, in attesa che l’assistenza autorizzata faccia le opportune verifiche: una di queste è il reset della caldaia.

Ricordiamo che per evitare che si verifichino tali situazioni è anzitutto necessario far eseguire periodicamente da un professionista del settore interventi di manutenzione ordinaria , fondamentali per garantire il corretto funzionamento del sistema di riscaldamento.

Quando serve resettare la caldaia?

Resettare la caldaia è un'operazione che può risolvere alcune anomalie. Prima di eseguire il reset della caldaia, però, è opportuno ricercare la causa del problema effettuando alcune facili operazioni:

Quando serve resttare la caldaia?

  • Assicurarsi che la caldaia sia alimentata elettricamente: spesso la soluzione più semplice risulta essere quella giusta, perciò verificate anzitutto che il tasto di accensione della caldaia sia posizionato su ON e che il display sia illuminato.
  • Verificare l’eventuale presenza di simboli o messaggi di errore sul display: consultando il libretto di istruzioni sarà semplice individuare la problematica segnalata e valutare se sia il caso di contattare un tecnico;
  • Assicurarsi che la manopola del gas sia aperta, ovvero in posizione parallela rispetto al tubo: in assenza di un corretto approvvigionamento di gas, la caldaia non può funzionare;
  • Controllare la pressione: il manometro posto sulla caldaia misura la pressione del fluido all’interno della stessa e dovrebbe sempre indicare un valore compreso tra 1 e 1,5 bar. Se è inferiore, bisognerà agire manualmente sul rubinetto di carico per alzarne il livello, senza mai superare in ogni caso i 2 bar. Se è superiore, sarà necessario sfiatare i termosifoni per far scendere la pressione entro i valori consigliati. La variazione di pressione rispetto ai valori sopra riportati è sintomo di un’anomalia nel circuito idraulico che è bene far verificare da un professionista del settore.
Le operazioni sopra descritte non escludono che la caldaia necessiti di un reset per tornare nuovamente in funzione.

Come resettare una caldaia?

In determinate circostanze che impediscono un funzionamento efficace e sicuro dell’apparecchio, le moderne caldaie a gas dispongono di sistemi di sicurezza che bloccano il funzionamento della caldaia per un periodo di tempo più o meno esteso. A volte il blocco è solo momentaneo e la caldaia riparte poi automaticamente. In altri casi ripartirà solo dopo aver effettuato il reset.

Resettare una caldaia è un’operazione manuale molto semplice. Come prima cosa, bisogna controllare il display della caldaia per verificare l’eventuale presenza di un codice di errore. Infatti, come quasi tutti gli elettrodomestici, anche le moderne caldaie dispongono di una centralina elettronica che ne comanda le funzioni. Ciò risulta particolarmente utile, poiché la caldaia è in grado di effettuare un'autodiagnosi e riportare sul display l'anomalia rilevata, aiutandoci così nella risoluzione del problema.

E’ opportuno verificare sul libretto di istruzioni della caldaia a quale anomalia corrisponde il codice di errore visualizzato sul display e seguire la procedura descritta sul manuale. In alcuni casi può essere necessario effettuare il reset della caldaia.

Tutte le moderne caldaie dispongono di un pulsante dedicato per il ripristino, la cui posizione varia in base alla marca e al modello di caldaia installato. In generale è sufficiente far riferimento al manuale fornito in fase di acquisto che sicuramente indicherà come resettare la caldaia in situazioni di blocco. Nella maggioranza dei modelli di caldaie a gas occorre tenere premuto per qualche secondo il pulsante di ripristino, mentre il tempo di pressione sul pulsante varia da modello a modello.

La procedura di ripristino può richiedere diversi minuti, al termine dei quali la caldaia dovrebbe riaccendersi. Nel caso in cui ciò non dovesse avvenire è necessario contattare un tecnico specializzato per valutare la natura del problema.

Resettare la caldaia: cosa succede quando si esaurisce il GPL?

Nel caso di caldaie alimentate a GPL, è di fondamentale importanza verificare periodicamente il livello del serbatoio.

L’esaurimento completo del serbatoio di GPL, infatti, è un problema non da sottovalutare. Un’eventuale interruzione del flusso di gas può causare ostruzioni della valvola di alimentazione e conseguenti guasti della caldaia. In questo caso, il semplice riapprovvigionamento di GPL e il reset della caldaia potrebbero non essere sufficienti per la ripresa del normale funzionamento della stessa. Qualora il reset della caldaia non dovesse avere l’effetto desiderato è indispensabile rivolgersi a un professionista del settore.

Bosch mette a disposizione dei propri clienti un servizio di assistenza di alto livello e programmi di manutenzione programmata, per offrire supporto e professionalità nella risoluzione e prevenzione di qualunque problematica.

Preventivo gratuito caldaia a condensazione Bosch

Richiedi subito un preventivo gratuito per una caldaia Bosch

Vorresti installare una caldaia a marchio Bosch? Richiedi subito un preventivo gratuito e affidati ai nostri Professionisti per trovare la soluzione più adatta alle tue esigenze!

Richiedi un preventivo

Pompa di calore Bosch
Riscaldamento, climatizzazione e acqua calda sanitaria

Scopri tutte le soluzioni a marchio Bosch per la tua casa.

Prodotti