Collettori solari e pannelli fotovoltaici differenze

Che differenza c'è tra collettori solari e pannelli fotovoltaici?

Gli impianti fotovoltaici e i sistemi solari termici non si differenziano solo nell’aspetto ma anche per finalità di utilizzo, materiali e principio di funzionamento. Ecco le principali differenze tra le due tecnologie.

Quando si parla di energia solare, troppo spesso si tende a confondere collettori solari e pannelli fotovoltaici. Sebbene siano entrambi dispositivi in grado di catturare i raggi del sole e di trasformarli in energia pulita e rinnovabile, in realtà presentano caratteristiche, principi di funzionamento e finalità diverse tra loro.

Ecco come distinguerli e in cosa si differenziano.

Funzione e finalità di utilizzo dei pannelli solari

La prima sostanziale differenza tra fotovoltaico e solare termico risiede nella funzione assolta dai due tipi di pannelli e nella finalità di utilizzo. Mentre i pannelli fotovoltaici vengono utilizzati per trasformare l’energia solare in energia elettrica, i collettori solari ne sfruttano l’energia termica per la produzione di acqua calda sanitaria o per l’integrazione del riscaldamento domestico.

Aspetto e materiali

Differenze tra collettori solari e pannelli fotovoltaici

Un collettore solare termico può essere facilmente distinto da un pannello fotovoltaico anche solo dall’aspetto. Mentre quest’ultimo presenta una superficie piana, solitamente realizzata in silicio e composta da tante piccole celle di forma quadrata, un pannello solare termico solitamente si presenta come un’unica lastra assorbente in rame e/o alluminio (in tal caso si parla di collettori solari piani) oppure come una serie di tubi in vetro rivestiti internamente con un assorbitore e nei quali passa il fluido termovettore (in tal caso si parla di collettore a tubi sottovuoto).

Per la differenza di materiali e composizione, i pannelli fotovoltaici risultano meno pesanti di quelli solari termici; tuttavia, necessitano di una superficie molto più estesa per poter soddisfare il fabbisogno energetico di un’abitazione.

Componenti di un impianto solare

Uno dei principali elementi per distinguere un impianto fotovoltaico da un impianto solare termico è la presenza, per quest’ultimo, di un serbatoio d’accumulo dell’acqua (sanitaria o tecnica). L’energia catturata dai collettori solari, infatti, viene usata per riscaldare l’acqua contenuta nel bollitore solare successivamente distribuita alle utenze dell’abitazione. L’impianto fotovoltaico, invece, prevede generalmente solo i pannelli solari e un inverter.

Funzionamento

Altra sostanziale differenza tra pannelli solari termici e pannelli fotovoltaici riguarda il funzionamento dell’impianto. In un impianto fotovoltaico i fotoni dei raggi del sole interagiscono con gli atomi di silicio di cui è composto il pannello, originando un flusso elettrico a corrente continua che viene veicolato verso l’inverter. Qui viene trasformata in corrente alternata che viene poi utilizzata per il fabbisogno elettrico dell’abitazione.

Il principio di funzionamento dei pannelli solari termici, invece, prevede che l’energia termica del sole catturata dai collettori venga utilizzata per riscaldare l’acqua contenuta nel bollitore. Da qui viene distribuita alle utenze domestiche per la produzione di acqua calda sanitaria o come supporto all’impianto di riscaldamento.

Modalità di installazione

Collettori solari termici

Rispetto ai pannelli fotovoltaici, i collettori solari assicurano maggiore flessibilità nell’installazione in quanto, seppure richiedano particolari accortezze nella scelta del posizionamento, risentono relativamente meno di fattori quali orientamento e inclinazione.

Anche in termini di dimensionamento dell’impianto, i pannelli solari termici richiedono minor spazio rispetto a quelli fotovoltaici: mentre anche un solo collettore solare da 2,5 mq può essere sufficiente per la produzione di acqua calda di un’abitazione, per ottenere le stesse prestazioni in termini di energia elettrica occorrerebbero almeno dai 9 ai 10 mq di pannelli fotovoltaici.

Costi e vantaggi dei pannelli solari

Quanto ai costi, l’investimento iniziale per l’installazione di collettori solari risulta più basso rispetto a quello per i pannelli fotovoltaici. Tuttavia, entrambe le tecnologie consentono di beneficiare delle agevolazioni e degli incentivi previsti da Ecobonus e Superbonus e assicurano un notevole risparmio sui costi, a seconda dei casi, per la produzione di elettricità o per la produzione di acqua calda.

Seppure con finalità diverse, impianti fotovoltaici e sistemi solari termici assicurano il vantaggio di un’energia pulita, che non comporta l'utilizzo di combustibili fossili, né emissioni inquinanti. Nel caso del solare termico, un impianto è in grado di coprire anche fino al 70% del fabbisogno di acqua calda sanitaria.

Scopri l’efficienza delle soluzioni per il solare termico Bosch.

Sistemi di riscaldamento

Guida alle soluzioni per il riscaldamento

Vuoi saperne di più? Consulta le nostre guide per scoprire tutto quello che c'è da sapere sui sistemi di riscaldamento e trovare la soluzione giusta per te!

Sistemi di riscaldamento

Pompa di calore Bosch
Riscaldamento, climatizzazione e acqua calda sanitaria

Scopri tutte le soluzioni a marchio Bosch per la tua casa.

Prodotti