Finanziaria e relativi aggiornamenti

Ecobonus e ristrutturazioni

Migliorare l’efficienza energetica del tuo sistema di riscaldamento significa aumentare il comfort della tua casa riducendo le emissioni inquinanti. Scopri come ottenere le detrazioni fiscali sugli interventi di efficientamento energetico.

Oggi più che mai lo sconto in fattura è con Bosch!

Prendono il nome di Ecobonus gli incentivi concessi dallo Stato per la riqualificazione energetica degli edifici sotto forma di detrazioni fiscali. Se fino a poco fa era possibile recuperare il bonus solo detraendolo dalle tasse in 5 o 10 anni a seconda dei casi, il Decreto Rilancio, convertito in legge n. 77 il 17 luglio 2020, consente di usufruire dello sconto immediato in fattura da parte del fornitore dell’impianto, il quale potrà a sua volta cedere il credito a soggetti terzi.

Bosch supporta il tuo installatore nella gestione burocratica ed amministrativa, consentendogli di concederti facilmente lo sconto in fattura pari all’Ecobonus o all’incentivo cui hai diritto sugli impianti di riscaldamento e climatizzazione, al netto dei costi di gestione della pratica e degli oneri di attualizzazione.

Non dovrai più aspettare di recuperare l’importo del bonus in 5 anni (nel caso del 110%) o 10 anni (per il 50% o 65%), detraendolo dalla tua dichiarazione dei redditi, ma godrai subito del vantaggio economico! Che sia il 50%, il 65% o addirittura il 110%, passare a un nuovo sistema di riscaldamento Bosch significa per te ottenere la massima efficienza, una qualità superiore e tanta convenienza.

La nuova gamma di prodotti Bosch mette a tua disposizione non solo i sistemi tecnologicamente più avanzati, ma anche oggetti esteticamente affascinanti ed esclusivi, capaci di adattarsi a qualsiasi stile abitativo:

▶ Caldaie a condensazione
▶ Scalda acqua a gas, elettrici e in pompa di calore
▶ Pompe di calore
▶ Sistemi per la termoregolazione
▶ Climatizzazione
▶ Solare termico

Cosa aspetti? Approffittane!

Richiedi subito un preventivo gratuito

Sei un installatore? Offri ai tuoi clienti lo sconto in fattura con Bosch!

Bosch ti supporta nella cessione del credito affinchè tu possa concedere ai tuoi clienti lo sconto in fattura pari all'Ecobonus o all'incentivo cui hanno diritto.

In partnership con un primario attore tecnico-gestionale, Bosch ti aiuta a cogliere questa grande opportunità accompagnandoti in ogni fase del processo: seguiamo per te tutte le pratiche burocratiche per l’ottenimento degli Ecobonus e ti rimborsiamo rapidamente il credito ceduto.

Scopri come Bosch ti supporta nella cessione del credito

Detrazioni fiscali

La Legge di Bilancio 2022 riconferma per quest'anno le detrazioni fiscali sulle spese per gli interventi sul risparmio energetico.

Tuttavia, con l’entrata in vigore - attraverso la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale - del Decreto Legge n.157 del 11.11.2021, l’articolo 121 comma 1-ter del D.L. n.34/2021 e sue modifiche prevede che per tutte le detrazioni fiscali (Ecobonus) a sostegno della riqualificazione edilizia ed energetica degli edifici, in caso di scelta del cliente finale in favore dello sconto in fattura e della cessione del credito, a partire dal 12 novembre 2021 tutti gli interventi debbano essere corredati di visto di conformità e asseverazione della congruità delle spese sostenute.

L'Ecobonus è l’incentivo per la riqualificazione energetica degli edifici e consiste in una detrazione fiscale dall’Irpef o dall’Ires concessa quando si eseguono interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.

In particolare, l’incentivo Ecobonus è usufruibile per 10 anni e prevede una detrazione fiscale al 65% per le spese sostenute per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale e produzione di acqua calda sanitaria con impianti dotati di pompa di calore, o scaldacqua in pompa di calore, o con impianti dotati di caldaia a condensazione almeno in classe A con contestuale installazione di sistemi di termoregolazione evoluti o con impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con la caldaia a condensazione o l’installazione di impianti solari termici. Inoltre, è prevista una detrazione fiscale al 50% per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale con impianti dotati di caldaia a condensazione almeno in classe A (senza termoregolazione evoluta) e per la sostituzione di caldaie nelle centrali termiche con modelli a condensazione.

Per maggiori dettagli consulta i Vademecum ENEA

SCOPRI LE CALDAIE A CONDENSAZIONE CHE BENEFICIANO DEGLI INCENTIVI (PDF 0.2 MB)

DICHIARAZIONE DI EFFICIENZA BOSCH PER CALDAIE CERAPURMAXX E CONDENS 7000 F (PDF 0.5 MB)

SCOPRI LE POMPE DI CALORE BOSCH CHE BENEFICIANO DEGLI INCENTIVI (PDF 0.2 MB)

SCOPRI I SISTEMI IBRIDI BOSCH CHE BENEFICIANO DEGLI INCENTIVI (PDF 0.4 MB)

SCOPRI GLI SCALDA ACQUA IN POMPA DI CALORE BOSCH CHE BENEFICIANO DEGLI INCENTIVI (PDF 0.1 MB)

SCOPRI I SISTEMI SOLARI TERMICI BOSCH CHE BENEFICIANO DEGLI INCENTIVI (PDF 0.1 MB)

ECOBONUS 110% (SUPERBONUS)

Il Decreto Legge n° 34 cd. Rilancio, pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 19 Maggio 2020 e convertito in Legge n.77 il 17 luglio 2020, ha introdotto una detrazione fiscale al 110% in 5 quote annuali per i seguenti interventi di efficientamento energetico effettuati tra il 1 luglio 2020 e il 30 giugno 2022:

  • interventi di isolamento termico: si richiede che il cappotto termico ricopra più del 25% della superficie disperdente lorda dell’edificio e che i materiali isolanti impiegati rispondano ai requisiti richiesti dal decreto Ambiente del 2017;
  • interventi sulle parti comuni degli edifici per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti centralizzati dotati di: caldaie a condensazione con efficienza energetica stagionale del riscaldamento d’ambiente almeno pari alla classe A; pompe di calore e sistemi ibridi; impianti di microcogenerazione; collettori solari per la produzione di acqua calda destinati alla climatizzazione invernale, alla climatizzazione estiva (nel caso di pompe di calore reversibili), e alla produzione di acqua calda sanitaria;
  • per gli edifici unifamiliari o per unità immobiliari situate all’interno di edifici plurifamiliari purché siano indipendenti, interventi di sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di: caldaie a condensazione con efficienza energetica stagionale del riscaldamento d’ambiente almeno pari alla classe A; pompe di calore e sistemi ibridi; impianti di microcogenerazione; collettori solari per la produzione di acqua calda destinati alla climatizzazione invernale, alla climatizzazione estiva (nel caso di pompe di calore reversibili), e alla produzione di acqua calda sanitaria; scaldacqua in pompa di calore, in sostituzione di scaldacqua tradizionali.

Di seguito trovate le nuove scadenze emanate con la legge di bilancio 2022:

  • Proprietari di villette e edifici unifamiliari
    Ora è possibile ottenere le agevolazioni per le spese sostenute fino al 31/12/2022 a patto che al 30 giugno 2022 siano completati i lavori per il 30% del valore complessivo. In caso contrario la scadenza resta quella attuale del 30 giugno 2022.
  • Condomini e singoli proprietari di edifici da 2 a 4 unità immobiliari Si conferma l’aliquota del 110% per tutte le spese sostenute al 31/12/2023 e inoltre si propongono nuove aliquote per gli anni successivi:
    • 70% per le spese sostenute entro il 31/12/2024
    • 65% per le spese sostenute entro il 31/12/2025

Anche gli ex IACP e le cooperative di abitazione guadagnano alcuni mesi. Il termine del Superbonus 110 è prorogato di ulteriori 6 mesi, al 31/12/2023, se al 30/06/2023 presenteranno uno Stato di Avanzamento lavori (SAL) del 60%. Nessuna novità, invece, per le associazioni sportive. Queste potranno detrarre al 110% le spese sostenute fino al 31/12/2022 solo se al 30/06/2022 avranno un SAL al 60%.

Per poter beneficiare dell’Ecobonus al 110%, è richiesto che gli interventi apportati consentano il miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio. Se ciò non fosse possibile, è necessario certificare il conseguimento della classe energetica più alta, mediante l'Attestato di Prestazione Energetica (APE) rilasciato dal tecnico abilitato.

Per maggiori informazioni leggi anche il nostro articolo di approfondimento sull'Ecobonus 110%

Tutti i dettagli e la documentazione relativa all'Ecobonus 110% sono disponibili sul sito http://www.governo.it/

Ecobonus 110%: scopri come ottenere il salto di 2 classi energetiche con i prodotti Bosch

L'Ecobonus 110% è un incentivo che consente di riqualificare la propria abitazione recuperando fino al 110% delle spese sostenute, purchè gli interventi previsti consentano un miglioramento della prestazione energetica dell’edificio di almeno 2 classi.

Scopri i vantaggi che puoi ottenere grazie all’installazione dei sistemi ibridi Bosch!

Clicca qui per scaricare la brochure (PDF 0.9 MB)

BONUS RISTRUTTURAZIONE

Oltre all’ECOBONUS, è stato prorogato anche il BONUS RISTRUTTURAZIONE che consiste in una detrazione fiscale dall’Irpef al 50% sulle spese sostenute per ristrutturare le abitazioni o le parti comuni di edifici residenziali.

In particolare, possono essere detratti interventi di manutenzione straordinaria finalizzati al risparmio energetico, quindi ad esempio la sostituzione di un impianto di climatizzazione invernale obsoleto con un impianto dotato di un generatore ad alta efficienza.

Scegli di investire nella qualità dei prodotti Bosch: il vantaggio è doppio!

Per maggiori informazioni visita il sito www.acs.enea.it
Scopri maggiori dettagli sulla ristrutturazione edilizia sul sito dell'Agenzia delle Entrate
Scopri maggiori dettagli sulla riqualificazione energetica sul sito dell'Agenzia delle Entrate

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate, nella sezione “Agenzia Informa”, è possibile consultare la Guida sull’agevolazione per le ristrutturazioni edilizie.

Questa illustra nel dettaglio quali sono gli interventi agevolabili, i soggetti che possono fruire della detrazione, le modalità di richiesta del bonus, le modalità di pagamento dei lavori, l’elenco dei documenti da conservare.

Clicca qui per consultare la Guida